venerdì 25 gennaio 2013

Lo strano caso della Postina di Zanellato

Mai trascorso tanto tempo davanti ad una vetrina... Per fortuna si tratta di uno shop online. Perchè una permanenza simile (anche se intervallata da lunghi momenti di riflessione off line) davanti ad una vetrina in centro avrebbe di certo insospettito sia i titolari quanto i passanti...Tutta colpa della Marcuzzi. Sì, proprio lei, Alessia. Ero di passaggio sul suo blog, sbirciavo tra le foto e gli outfit e...taaaac...fulminata sulla via di Zanellato!

La "Postina", ecco il nome: almeno per una volta non sarò io a doverla battezzare ( sì... perchè io alle mie borse do sempre un nome e, talvolta, anche un cognome) già me la vedo al braccio, un po' fatico a vedermela a tracolla ( non vedo perchè dovrebbero "tracollare" visto il modo esemplare in cui le tratto).

L'idea mi sembra di quelle destinate a vincere e ad entrare facilmente nell'olimpo degli "intramontabili": ricreare la borsa usata dai postini degli anni '50. Un'allure d'antan adattata ai tempi moderni con un'attenzione notevole al prodotto, che è di quel Made in Italy di cui andar fieri.

Sempre.

Ne parlo come se già l'avessi nel mio armadio, come se già l'avessi accarezzata e sfoggiata.

Manca poco. Qualche incertezza sul formato ( L o XL, la media non ospiterebbe degnamente il mio mondo!). Ho gia definito il colore ...ma è sold out tra quelli disponibili alla vendita :(

Intanto torno a farmi un giro nella boutique on line...il thè è pronto...Au revoir!
Posta un commento