sabato 9 marzo 2013

Sugarbox...e ogni pacco che mi arriva è una festa!!



Un tempo c’erano le buste a sorpresa. Chi è nato negli anni 70 o in quel giro lì, di certo sa di cosa parlo. Emozioni assicurate a buon mercato. Almeno fino alla constatazione del contenuto. Figurine, soldatini, adesivi, pupazzetti, giochini da comporre, bolle di sapone. Da lì, le prime nozioni di “ars reciclandi”, la nobile capacità di rifilare, con la giusta dose di falso entusiasmo, i regali non graditi a qualcuno che reputiamo in grado di apprezzarli più di noi. In realtà immaginiamo un livello di gradimento pari almeno alla nostra soddisfazione per esserci private del doppione o dell’oggetto non gradito….
Erano comunque emozioni. In grado di tenerti buona per un intero pomeriggio, in bilico tra la sorpresa e il timore di una probabile delusione.
 Quando è arrivata la Sugarbox di Febbraio è stato un po’ come tornare all’adolescenza.


Una scatolina elegante e piena di prodotti tutti da scoprire senza averli scelti! Un po’ come andare ad uno speed date: sai che incontrerai qualcuno ma non hai la più pallida idea se possa interessarti o meno…


La sorpresa dura ben oltre l’apertura del magico cofanetto….almeno fino alla sperimentazione di tutti i prodotti!


Ho deciso di prenderne una per provare….ma sento che sarà difficile rinunciare all’abbonamento. Nella Sugarbox di febbraio ho trovato una selezione di prodotti per capelli della Milk shake, dal profumo celestiale e di consistenza ottima (li ho provati immediatamente!).




Domani tocca agli smalti della ICE, ce ne sono due di differenti colori. E poi una tesserina per scaricare 5 mp3 gratuiti…farò un giretto su iTunes..


Mi viene da pensare che spessissimo acquisto prodotti nuovi solo perché influenzata dal packaging e tralascio di provarne altri che magari hanno una grande qualità ma sono meno attraenti. Sugarbox può essere la buona occasione per incontrare lo shampoo dei sogni o la crema dei miei... bisogni!!!

Posta un commento