lunedì 3 giugno 2013

Le declinazioni dell'invisibile



Penso che di tempo ne sia passato abbastanza. E che gli indugi vadano rotti all’improvviso, in un pomeriggio di una giornata che non era fissata su alcun calendario, in un momento che si ritrova ad entrare nel capitolo “attimi significativi della vita” senza che ne avesse avuto la minima ambizione. Con la stessa sollecitudine che una madre in attesa riserva all’arrivo del suo pargolo, mi sono impegnata, negli ultimi mesi, a preparare un posto che potesse accogliere nel modo migliore il frutto del mio diletto letterario, della mia passione per la scrittura. Un nido. Un luogo privilegiato dove accogliere quanti mi lusingheranno del privilegio della loro attenzione e, ancor più, della condivisione delle proprie riflessioni.



È con immensa emozione e con una punta di orgoglio che sono qui a  presentare il mio romanzo “Le declinazioni dell’invisibile”. Il mio primo libro.

 


 Stento io stessa a credere che sia vero. E non mi riferisco all’oggetto materiale, quanto al suo contenuto. Perché una cosa posso dirla con certezza: l’ispirazione è una dea molto volubile e capricciosa, non ama essere blandita né invocata. È un’ospite che si presenta all’improvviso e reclama tutte le attenzioni possibili. Viene a trovarti una sera a caso, per raccontarti una storia. Che non conosci. O che conosci troppo bene. Poi torna a trovarti il giorno dopo. E quello successivo. Fino a quando diventa tua amica e ti guida ad esplorare certi mondi estranei nei quali la tua anima si è aggirata per anni, alla ricerca di un filo, di una piccola luce che potesse rendere meno solitaria quella consapevolezza di essere custode di piccoli aneliti di vita in cerca di espressione. 

 
“Le declinazioni dell’invisibile” è un romanzo d’amore. O meglio, un romanzo di amori. Al plurale. L’amore che lega la protagonista, Giulia, a Vittorio, rappresenta infatti soltanto una delle possibili declinazioni dei sentimenti che, seppur invisibili, rimangono i soli motori della vita reale e dei rapporti significativi. Nella dimensione silenziosa dell’invisibile si intrecciano le voci dei sentimenti, dei ricordi, dei legami di sangue e di amicizia, che intersecano la vita dei protagonisti decidendone le sorti e assegnando loro un ruolo nei destini del mondo.

 

Mi auguro che chi vorrà leggerlo possa provare almeno una parte delle emozioni che ho assaporato io, scrivendolo. Il libro è reperibile presso la Libreria Mondadori di Ortona oltre ad essere acquistabile su Amazon cliccando qui.
Grazie a tutti coloro che ...andranno oltre la copertina!





Posta un commento